Il pranzo è servito

Un progetto di solidarietà sociale: il pranzo è servito

OBIETTIVI E BENEFICIARI

Il benessere di oltre 90 persone svantaggiate

con una azione in più direzioni: lavoro, comunità, salute e ambiente.

Con il progetto “Il pranzo è servito” tutte le persone che vivono quotidianamente i centri diurni mangeranno il cibo autoprodotto nell’orto biologico e nella cucina di Terra Fertile. Oltre 20 persone che faticano a trovare realizzazione nella società potranno beneficiare di un percorso di formazione, orientamento e inserimento al lavoro in ambito ristorativo.

Si aprirà per loro la possibilità di lavorare ogni giorno in cucina e nel servizio sala, in cooperativa oltre che in occasioni conviviali: feste di laurea, compleanni, battesimi, buffet e pranzi istituzionali ed altro ancora. Sarà per tutti un’occasione di educazione al cibo sano e all’autonomia.

 STRUMENTI E FABBISOGNO

Per raggiungere quest’obiettivo abbiamo bisogno di strumenti e attrezzature per la ristorazione e di un mezzo di trasporto dedicato al trasporto di alimenti.

L’importo del progetto è di € 30.000.

Insieme potremo raggiungere un importante obiettivo: promuovere l’economia civile coniugando le attività d’impresa con i valori della solidarietà.

Con un piccolo contributo puoi aiutarci anche tu!

I modi in cui puoi donare sono:

 

Grazie, di cuore, per il tuo sostegno.

Se si sogna da soli è solo un sogno. Se si sogna insieme, è la realtà che comincia.

Proverbio africano

>> Brochure “Il pranzo è servito”

 

Ps. Scegliendo di donare avrai inoltre diritto alle seguenti agevolazioni fiscali:

PERSONE FISICHE: possono alternativamente optare per una Deduzione o per una Detrazione. Deduzione: è previsto un risparmio d’imposta pari al 30% dell’erogazione in denaro o in natura effettuata, su una donazione massima di 30.000 euro in ciascun periodo d’imposta (fino a un massimo del 35% nel caso di organizzazioni di Volontariato). Esempio: sulla donazione massima di 30.000 euro si avrà un risparmio d’imposta di 9.000 euro.

Deduzione: le erogazioni in denaro o in natura effettuate da persone fisiche sono deducibili dal reddito complessivo del soggetto erogatore nei limiti del 10% del reddito dichiarato.

Le due agevolazioni sono alternative e non cumulabili fra loro né con altre agevolazioni fiscali previste sulle stesse erogazioni.

ENTI E SOCIETA’: le erogazioni in denaro o in natura effettuate da enti e società sono deducibili dal reddito complessivo del soggetto erogatore nei limiti del 10% del reddito dichiarato.Esempio: se una S.r.l. con reddito complessivo di 800.000 euro fa un’erogazione di 80.000 euro a favore di un ETS questa è interamente deducibile (poiché il 10% di 800.000 euro è proprio 80.000 euro).